Storia della cucina delle terre alessandrine

Storia della cucina delle terre alessandrine
12.00 10.80

Scrivere la storia della cucina alessandrina è obiettivo ambizioso. Luigi Bruni preferisce definire questo suo testo di chiusura della collana della cucina alessandrina “appunti di storia” o “cenni storici”, e ciò per la carenza di documenti antichi e la loro difficoltà di reperimento e per la tradizione orale la quale spesso è limitata alla cerchia famigliare e non manca di contraddizioni. Tutti elementi che spesso hanno portato e portano i gastronomi, i cuochi e gli amanti della cucina a colmare con l’immaginazione le spiegazioni dell’origine di un piatto locale o di una consuetudine alimentare: desideri ed esigenze comunque legittime che mostrano l'affetto e la passione per la nostra cucina. La provincia di Alessandria è inoltre geograficamente molto eterogenea, divisa tra il preappennino ligure, la collina monferrina e la piana della Frascheta e l'Oltrepo: terre con tradizioni gastronomiche differenti che hanno spinto l’autore a suddividere la sua storia della cucina nei vari territori che la compongono. Fra aneddoti storici, cenni sulle trasformazioni agrarie, sulle vicende sociali e gli eventi economici che sono succeduti nel corso dei secoli, Bruni risalirà alle origini di alcuni piatti cari agli alessandrini e non solo, come l’agnolotto, la bagna cauda e il pollo alla Marengo. Non mancano le rare e preziose testimonianze dirette, cariche di fascino e poesia, come le versioni storiche originali dei vari piatti nel corso dei secoli o il racconto di una cena del gastronomo Giovanni Goria. Un viaggio nella storia per farci innamorare di una cucina così ricca e speciale e, naturalmente, stuzzicarci l'appetito...

Quantità

ISBN:
978-88-7503-177-0
Anno:
2019
Lingua:
Italiano
Pagine:
208
Rilegatura:
Brossura
Condividi: